A pranzo da Zia, nuova stella Michelin a Trastevere

Non contente degli eccessi delle feste, abbiamo deciso in questi giorni di provare Zia, unico ristorante a Roma ad avere acquisito una stella Michelin per il 2021.

In un lunedì piovoso, Zia ci accoglie con la sua atmosfera morbida e accogliente, luci pendenti soffuse che sfiorano i tavoli in legno lucido. Un assaggio di quella che ci sembra l’essenza del ristorante: cura dei dettagli senza ostentazione.

Per il nostro pranzo nel ristorante di Antonio Ziantoni, scegliamo il menu di 7 portate, a 75 €. Il menu alternativo con 5 portate avrebbe avuto un prezzo di 55 €. Cifre tutto sommato abbordabili per un ristorante stellato.

Cominciamo con il benvenuto dello chef, diviso in due parti: nella prima, la fa da padrone l’idea di mozzarella, mentre nella seconda ci incanta la pancia di maiale cotta a bassa temperatura, accompagnata da un boccone di verdure sottaceto.

Idea di mozzarella
Pancia di maiale e verdure in agrodolce

Si passa poi ai due antipasti, la tartare di lepre in salsa dolce e forte ed il capitone in gratella con cipolla e dragoncello.

Sono però i primi a rubarci il cuore, cioè il risotto con bufala, limone e genziana, in cui la morbidezza della bufala e l’amaro della genziana si completano per un sapore che è da sogno ad ogni boccone, ed i ravioli del plin ripieni di capra, accompagnati dal loro sughetto ed adagiati sopra ad una confettura di mela cotogna. Semplicemente incredibili.

aaa
Tartare di lepre in salsa dolce e forte
Risotto bufala, limone e genziana
Ravioli del plin ripieni di carne di capra

Si passa poi ai secondi: costata di manzo frollata per 40 giorni con broccolo, e topinambur con nocciole e tartufo.

Costata di manzo
Topinambur con nocciole e tartufo

Ancora una volta tutto ottimo, come il pre-dessert, un sol boccone di cioccolato bianco e formaggio erborinato, che precede il millefoglie e la piccola pasticceria abbinata al caffè. Tra le sue tre varietà, degno di nota il macaron che custodisce al suo interno un pizzico di foie gras.

Millefoglie
Piccola pasticceria

Che dire, un pranzo d’eccezione condito da un servizio gentile eppure non eccessivamente formale. Una ricerca della bontà e dell’autenticità in ogni piatto senza pretesa di strafare ma solo di far stare bene il commensale. Un’esperienza ancora più consigliata in un periodo in cui staccare un po’ la spina e regalarsi momenti di bellezza può essere prezioso.

Zia – Via Goffredo Mameli 45, Roma – Sito diretto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...